MIBAC - Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici Lombardia

Lucio Fontana. Il Soffitto salvato - Restauro a cantiere aperto

Palazzo Litta, Milano

settembre - dicembre, 2007 - Visita guidata

Lucio Fontana. Il soffitto salvato

La Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici della Lombardia presenta al pubblico il cantiere di restauro del Soffitto di Lucio Fontana, allestito all'interno degli spazi di Palazzo Litta, mediante speciali visite guidate ai "lavori in corso" che verranno condotte dai restauratori incaricati e dagli esperti del Ministero. Si tratta del primo cantiere di restauro di arte contemporanea aperto al pubblico a Milano: un evento particolarmente importante e suggestivo, pensato e realizzato dal MiBACin stretto collegamento e sinergia con la mostra su "Fontana scultore" organizzata dalla Soprintendenza PSAE di Mantova e in corso a Palazzo Ducale.

Il Soffitto dell’Isola d’Elba di Lucio Fontana.
Restauro a cantiere aperto - visite guidate tutti i giovedì dalle 15.00 alle 18.00 dal 29 settembre al 20 dicembre 2007. Prenotazioni: 041 2411897

Milano, Palazzo Litta Corso Magenta 24 

L’intervento di restauro si svolgerà nell’attrezzato laboratorio temporaneo ospitato negli ambienti storici di Palazzo Litta affacciati sul Cortile d’Onore. Il cantiere verrà inaugurato il 29 settembre dalle ore 16.00 alle roe 18.00 in concomitanza con le Giornate Europee del Patrimonio.

Oggetto del cantiere è il magnifico Soffitto di oltre 150 metri quadri realizzato da Lucio Fontana nel 1956 nella sala da pranzo dell’Hotel del Golfo di Procchio all’Isola d’Elba per mezzo di segni, tagli e incisioni operati direttamente sull’intonaco grezzo fresco della volta della sala e riempiti di colori puri. Il Soffitto, uno dei pochissimi ancora conservati tra quelli realizzati dal grande artista festeggiato a Mantova, un vero e proprio capolavoro che proietta nell’ambiente e nel rapporto con l’architettura la concezione fondamentale dello Spazialismo di Fontana, stava per essere distrutto nel corso di un radicale intervento di ristrutturazione dell’edificio.
L’appassionato interessamento della Soprintendenza per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico di Brera e della Fondazione Fontana ha messo in moto un virtuoso processo di salvataggio coronato dall’acquisto dell’opera da parte della Direzione Generale per la qualità e la tutela del paesaggio, l'architetttura e l'arte contemporanee.
Il primo atto di questo salvataggio è stato estrarre l’opera dal contenitore architettonico, mediante un complesso intervento di smontaggio durato molti mesi e concluso nel 2003. Il secondo atto, l’intervento conservativo vero e proprio in previsione della futura collocazione della straordinaria opera, è quello che si inaugura a Palazzo Litta.
L’intervento è reso possibile dalla felice convergenza operativa che vede insieme, per un restauro interamente finanziato dal Ministero per i beni e le attività culturali, Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici della Lombardia, Direzione Generale per la qualità e la tutela del paesaggio, l'architetttura e l'arte contemporanee e Soprintendenza per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico di Milano.

Prenotazioni: 041 2411897

Info: soffittofontana@lombardia.beniculturali.it